mercoledì 9 novembre 2011

E adesso, cari amici juventini?


E’ di poco fa (almeno rispetto a quando ci mettiamo alla tastiera - n.d.r - ) la notizia della condanna a 5 anni e 4 mesi per il Lucianone nazionale nel Processo di Napoli, corrispondente quasi per intero alla condanna chiesta dal Pubblico Ministero che era di 5 e 8 mesi.
Condannati fra gli altri anche Bergamo, Pairetto, Della Valle e Lotito, con questi ultimi due che volevano portare Moratti al famoso "tavolo"; una Federazione seria dovrebbe a questo punto inibirli dal rappresentare la loro Società in una qualunque forma ed occasione e dovrebbe soprattutto estromettere il "latinaro" dal Consiglio Federale: rendiamoci conto che questa persona ha partecipato alla votazione sullo scudetto 2006 (astenendosi), situazione anche questa possibile credo quasi solo in questo Paese.
Ok, si tratta pur sempre di una sentenza di primo grado che peraltro non cambia di una virgola la nostra valutazione complessiva sulla vicenda, e niente aggiunge o toglie a quello che noi sapevamo e abbiamo sempre saputo.
L’eventuale assoluzione o anche una semplice riduzione di pena per "l’anima uggisa" sarebbe stata presa comunque a pretesto dalla nuova (?) dirigenza bianconera per continuare con rinnovato vigore nella sistematica, tambureggiante ed assurda ricerca del ribaltamento della verità, come era avvenuto nel precedente processo GEA a Roma, quando una condanna per Moggi a un anno e otto mesi venne accolta con esultanza e impugnata dall’allora dirigenza rappresentata da un "omino fransè" per richiedere indietro gli ormai famigerati 2 scudetti (che 2 maroni, se permettete).
Questo non vuole dire che desisteranno del tutto, ormai ci si sono infilati dentro con troppa veemenza per rinunciare a cuor leggero, facendone un vero e proprio "Must"; però è indiscutibile che questa sentenza conferisca un colpo probabilmente decisivo alle speranze di quei "signori" di fare passare la loro rilettura revisionista tanto assurda quanto arrogante e vergognosa.
 
Vorrei sapere in questo momento cosa passa per la testa (oddio, testa…) e nel cuore di tutti quei psudo-tifosi juventini che in questi tre anni ci hanno aggredito e insultato sugli altri Blog che gestivamo, argomentando alla fine, quando si trovavano messi alle strette, che al Processo di Napoli non stava saltando fuori una prova che una; le prove erano saltate fuori eccome, ne erano saltate fuori un oceano, solo che la loro cieca rabbia e il loro sentimento di rivalsa non permettevano loro di vederle.

Erano prove grandi come travi maestre, ed erano conficcate nei loro ciechi occhi, mentre loro si ostinavano ad evidenziare la famosa pagliuzza nei nostri, in alcuni casi provando disperatamente ad ingigantirla.
Sicuramente accamperanno delle giustificazioni, si appelleranno a una giustizia inesistente, tireranno in ballo Amanda e Raffaele, o Alberto Stasi, o chissà dove cavolo andranno a parare. E vorrei anche vedere in faccia i vari Mughini, Padovan, Criscitello, Suma, Biscardi più tutto un altro "codazzo" di prostitute intellettuali che durante tutti questi anni hanno "retto bordone" a Moggi, idolatrandolo e assurgendolo a vittima delle circostanze e del "cattivo" Moratti, quello che faceva pedinare la gente, come se questa pratica, sempre sia vera, avesse potuto in qualche modo avere un qualunque tipo di influenza sull’andamento dei campionati.
E tanto che ci siamo, scusate, vorrei anche fissare negli occhi tutti quei giocatori che hanno militato nella Juve di quegli anni e che ancora magari ci militano e chiedere loro se veramente credono alla buffonata che sostengono degli scudetti vinti sul campo perché loro non si accorgevano di niente: a parte che non ci credo, anche Vettel o Stoner, che "volano" rispetto agli altri potrebbero non accorgersi di nulla nel caso in cui ai loro rivali venissero applicate delle zavorre, ma basterebbe questo a rendere la loro vittoria comunque "pulita"? Non prendiamoci in giro, dài.
Ma soprattutto vorrei vedere come si articola l’intelligente espressione del "giovin signore", che tanto aveva evidentemente puntato su questa sentenza: gli è andata male, e adesso gli toccherà vincere sul campo e alla svelta, altrimenti il branco di lupi famelici che ha aizzato per un anno e mezzo promettendogli facili prede da sbranare gli si rivolterà contro.
Noi tifosi nerazzurri sappiamo farcene una ragione di certe situazioni, quelli no: quelli sono coloro che espongono gli striscioni con su scritto "Il fine giustifica i mezzi".
Noi grazie a Dio non siamo così, e credo proprio non lo saremo mai; questione di DNA.
A proposito di DNA vorrei anche guardare dritto negli occhi tutti gli pseudo-tifosi interisti (e non sono pochi) che in questi anni hanno sostenuto che lo scudetto 2006 non andava nemmeno preso o comunque restituito, e consigliarli di fare un approfondito esame di coscienza prima di continuare a fregiarsi dei nostri colori o di gridare un "forza Inter".
In un momento così cupo per questo Paese, questa è una bella giornata di sole perché colui che è stato uno dei principali artefici della rovina del suo sport più bello si è beccato una condanna esemplare e a nulla sono valsi i suoi patetici, vergognosi e vigliacchi tentativi di fare emergere una verità diversa, cercando di trascinare anche altri in una melma nella quale lui ha probabilmente sguazzato da sempre.
Oggi è per molti il giorno della vergogna e del silenzio, almeno di coloro ai quali è rimasto un briciolo di buon senso e di dignità. Quei pochi che ci seguono e che colgo ancora una volta l’occasione di ringraziare, sanno che nel nostro Blog, a differenza di altri, non si parla mai di politica; e non vogliamo farlo nemmeno in questa occasione. Non si può però evitare di notare che la serata dell’ 8 Novembre, addirittura più o meno lo stesso orario (20.15 circa), abbia accomunato nella caduta due personaggi che hanno ritenuto di essere dei "Dio in terra" e di potere abusare a piacimento della loro posizione, in campi e in circostanze diverse; il mio parere è che la vita, presto o tardi, alla fine ti presenta sempre il conto, molto più puntuale in questo delle varie aule di tribunale.
Per tornare al titolo del post, consiglio una volta di più ai tifosi juventini veramente appassionati di calcio e del lato pulito della loro squadra di smetterla di guardare al passato e prendere definitivamente le distanze dal "Sonosempre29": vincere come vincevate in quegli anni non solo non è corretto e leale, ma nemmeno bello e appagante, prima di tutto nei confronti di voi stessi.
Ovviamente sto parlando agli sportivi, non a quelli che espongono gli striscioni sopracitati; quelli con lo sport non c’entrano un beato cavolo di niente. Piaccia o no è stata la giornata del "Redde rationem" o della resa dei conti, se preferite.

Francamente temevo che questo processo potesse finire in modo diverso, non tanto per le questioni in ballo che erano fin troppo evidenti, quanto per i condizionamenti mediatici che molti organi di stampa e TV hanno cercato in tutti i modi possibili di esercitare in questi anni; da oggi è per l’ennensima volta ufficialmente e finalmente chiaro a favore di quale tipo di persona.
Vi è andata male "signori": Giacinto Facchetti non era come Luciano Moggi, nonostante abbiate pietosamente, vergognosamente e vigliaccamente tentato di dimostrare il contrario.

Alex - InterCafè

45 commenti:

  1. La cosa più incredibile è la loro ottusità. Io mi sarei incazzato come una belva se Branca e Moratti avessere falsato dei campionati sminuendo le nostre vittorie sul campo.
    I juventini invece difendono (e idolatrano) Moggi. Bah, contenti loro...

    RispondiElimina
  2. Devo dire, con sincerità, non mi aspettavo di vedere la giustizia fare capolino in questa burrascosa vicenda...sono piacevolmente sorpreso e aspettavo il tuo articolo, caro Alex.

    Il Sig.Della Valle al tavolo ci è rimasto ammanettato e a fargli compagnia ci sono tante belle personcine, ecco qui la lista dei condannati:

    Luciano Moggi 5 anni e 4 mesi (promotore di una associazione per delinquere, per il quale è stata dichiarata l'interdizione perpetua dai pubblici uffici)
    Paolo Bergamo 3 anni e otto mesi
    Innocenzo Mazzini 2 anni e 2 mesi
    Pierluigi Pairetto 1 anno e 11 mesi
    Massimo De Santis 1 anno e 11 mesi
    Salvatore Racalbuto 1 anno e 8 mesi
    Pasquale Foti 1 anno e 6 mesi e 30mila euro di multa
    Paolo Bertini 1 anno e 5 mesi
    Antonio Dattilo 1 anno e 5 mesi
    Andrea Della Valle 1 anno e 3 mesi e 25 mila euro di multa
    Diego Della Valle 1 anno e 3 mesi e 25 mila euro di multa
    Claudio Lotito 1 anno e 3 mesi e 25 mila euro di multa
    Sandro Mencucci: 1 anno e 3 mesi e 25 mila euro di multa
    Leonardo Meani 1 anno e 20mila euro di multa
    Claudio Puglisi 1 anno e 20 mila euro di multa
    Stefano Titomanlio 1 anno e 20 euro di multa.

    Anch'io vorrei vedere in faccia quei gobbi che ci hanno sfondato le palle con "san Moggi" e ancora non riesco a capire, come si possa avere il coraggio di asserire che gli scudetti sono 29 sul campo...dovremmo andare a chiedere anche quello del 2005 visto che è stato pienamente dimostrato che l'associazione a delinquere di Moggi era già attiva e manipolava i risultati.
    Apprezzo l'idea di far riflettere quei tifosi Interisti codardi, che avrebbero voluto rendere lo scudetto...vergogna!

    RispondiElimina
  3. Di patetico,caro hhhh, ci sei solo tu e quelli come te. Nemmeno io credo alle verginelle, ma cercare di toglierselo da culo credo sia meno grave che cercare di infilarlo costantemente ad altri. Se eri uno che amava il calcio e ora ne sei schifato, potevi essere solo Juventino; ti tradisce quello che dici.
    Quindi hai tutte le ragioni per essere schifato.



    RispondiElimina
  4. io penso solo che il vostro presidente sicuramente non è una verginella e quello che è emerso al processo telecom ne è la riprova, che poi l'italia fosse il paese dei furbi questo è altrettanto vero e si paga a rate, stavolta ha pagato Moggi la prossima volta potrebbe pagare qualcun altro ma del resto voi siete quelli che se la giustizia dice quello che pensate voi è giusta se dice un'altra verità allora è ingiustizia (vedi la storia dei rigori, 3 anni senza rigori contro, e adesso solo perchè qualcuno ha aperto gli occhi e si è messo ad arbitrare in maniera onesta voi siete le vittime perchè vi danno i rigori contro), mi spiace siete patetici...
    da uno che amava il calcio e che ora ne è schifato
    p.s.: non sono tifoso

    RispondiElimina
  5. A bello Alex ... ho trovato il tuo articolo pieno di ovvietà.. E' fuori discussione che Lucianone non sia un santo.. La squadra, come è giusto ke sia lo h allontanato e preso le distanze ... il problema è sulla disparità di trattamento. .. La juve è stata danneggiata mostruosamentew.... LInter invece che ha subito?????

    RispondiElimina
  6. Hhhh...scusa ma....adesso ci mettiamo pure a pensare? Torna a dormire...

    RispondiElimina
  7. Intanto, la FC Juventus Football Club è SCAGIONATA da ogni sospetto!!! ah ah ah ah ah ahah

    RispondiElimina
  8. Felice Bizzarro5 febbraio 2013 12:47

    sei la rappresentazione vivente di chi parla a cazzo senza avere letto le motivazioni della sentenza e sopratutto senza avere seguito il processo, sopratutto ricorda che ci sono tre gradi giudizio e che solo per prescrizione ora e per omissione prima (2006) il tuo presidente non è sul banco degli imputati, per quanto riguarda il dna lascia stare perchè ci sono tante brave persone che sono anche interisti come juventini, milanisti e via dicendo.
    Ti saluto ricordandoti che da questo processo di sicuro è uscito che la Juventus f.c. non ha nessuna responsabilità oggettiva (motivo per cui è stata gravemente penalizzata)
    Auguri

    RispondiElimina
  9. è scagionata..ma pensa sto personaggio.....

    RispondiElimina
  10. Ragazzi dai su...nell'angolino a piangere..tranquilli....passerà :D

    RispondiElimina
  11. corrieredellosport.it
    Una sentenza che "premia un lavoro enorme condotto tra mille avversità" e che "spazza via la più grande operazione di mistificazione mai condotta in questo paese attorno a un processo". Giuseppe Narducci, l'ex pm di Napoli che aveva seguito all'inizio lo scandalo di Calciopoli, si dice soddisfatto delle sentenze di condanna di primo grado emesse dal Tribunale di Napoli. "Sono più che soddisfatto per come è andato a finire il processo - ha detto Narducci intervenuto a 'All Sport News su Premium Calcio' - è un risultato notevolissimo. La sentenza riconosce l'assoluta verità probatoria raggiunta dalle nostre attività investigative e accoglie in pieno la nostra impostazione, stabilendo che quella che operò in quel periodo fu un'associazione per delinquere e che quello era un calcio malato e corrotto. Alla fine hanno contato i fatti che noi abbiamo dimostrato, respingendo qualsiasi operazione che cercava di allontanare la verità. L'atteggiamento della difesa di Luciano Moggi non ha pagato, si è rivelato inconsistente: è un atteggiamento di chi non è teso a dimostrare la propria innocenza o estraneità, ma piuttosto a dire che c'erano anche altri a fare quelle cose: operazione buona solo dal punto di vista mediatico. Anche altri dirigenti hanno avuto colloqui con la classe arbitrale e non sono stati trattati allo stesso modo? Quelle intercettazioni non avevano lo stesso valore probatorio dei colloqui che hanno riguardato gli attuali imputati e la sentenza ci ha dato ragione anche in questo".

    RispondiElimina
  12. L'Inter non ha subito nulla in relazione a calciopoli perchè non so se hai presente..ma Moggi era un dirigente dei gobbi....

    RispondiElimina
  13. Moggi:
    "Non ho capito il comunicato della Juventus. In campo non si giocava mica Moggi-Chievo o Moggi-Udinese... In campo andava la Juventus, che era una squadra fortissima. La Juve ha perso due scudetti e deve riaverli, li ha vinti sul campo. L'estraneità ai fatti non so cosa significhi. La Juve vinceva da sola, non aveva bisogno di aiuti. Si parlava di spionaggio industriale ancor prima che lo scandalo venisse fuori al processo Telecom. Sapevo che ci spiavano e dovevo in qualche modo, per salvaguardare la Juve, tengo a precisarlo, avere comportamenti diversi. Una squadra di cui io ero il direttore generale. Le schede telefoniche per gli arbitri me le passava la Juve, non le compravo di certo io: servivano per ragioni di mercato, per non essere spiati, anche a livello commerciale". Insomma, la Juventus torna a scaricare Moggi (dopo averlo fatto nel 2006, salvo poi tornare sostanzialmente sui suoi passi con la nuova era Angelli) e Moggi scarica la Juve.

    http://www.fcinternews.it

    RispondiElimina
  14. Ciao a tutti ragazzi. Sapete, chi di voi mi conosce (per gli altri lo scopriranno ora), che non ho mai amato parlare di calciopoli per vari motivi, principalmente uno: volevo aspettare la sentenza. La sentenza è giunta e che ci dice la tanto agognata sentenza? Che Moggi, e tutti gli altri, sono colpevoli, punto. Forse, in campo legale, l'atto della sentenza è l'unico chiaro e facilmente intellegibile: o sei innocente o sei colpevole. Di cosa si parla dunque? Si parla di estraneità dei fatti della Juventus e altre BAGGIANATE del genere, ma ci si dimentica, come del resto si è fatto a lungo in questi cinque anni, di una cosa molto, ma molto importante, ovvero che il processo penale ieri conclusosi non C'ENTRAVA ASSOLUTAMENTE NULLA CON IL PROCESSO SPORTIVO CHE PORTO' LA JUVENTUS FC IN SERIE B. In Italia purtroppo spesso la giustizia la si invoca quando fa comodo, la si sputtana quando ci infastidisce. La Juventus è estranea al REATO PENALE ma non a quello sportivo, questo dicono i fatti. Il Signor Moggi invece è colpevole. Chiaro, è il primo grado, ma non per questo si può sbugiardare o ritenere poco fondata una sentenza, non per questo si può dire che i giudici "in quo" sono delle merde. Ho letto, trai vari commenti, di gente che diceva di "leggere le carte". Bene, leggete qua: già lo feci tempo fa, ma credo sia giusto nuovamente far leggere davvero delle carte, ovvero LE MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA CHE HA CONDANNATO IL SIGNOR GIRAUDO A TRE ANNI.
    http://www.ilsussidiario.net/documenti/sentenza_ritoabbr_26042010.pdf
    Leggete per favore, vi prego, perchè almeno forse leggerete davvero le carte. L'associazione a delinquere era già ritenuta presente nel rito abbreviato, dunque di che cosa stiamo parlando?
    Sinceramente non ritengo che giustizia sia stata fatta, non pretendevo la condanna di Moggi per giustificare le mie idee. La ritengo la cosa giusta, semplicemente. Come del resto ho sempre detto che per lo Scudetto del 2006 non ha nè una valenza morale, nè una valenza effettiva: è uno scudetto che sinceramente non sento mio, ma che, ricordatevi bene, era necessario per portare avanti in Europa il nostro calcio, senza quello scudetto il Milan non avrebbe mai vinto la Champions l'anno dopo. Ciò non lo dico per rendere meno parziale la mia opinione, semplicemente per fare capire anche un'altra cosa, ovvero che questa sentenza è l'esito di un processo che nel calcio è nato, ma da cui s'è estraniato nel momento in cui è entrato ad essere dibattuto in un'aula di un Tribunale Penale.
    Un'ultima cosa, scusate se mi dilungo: ho letto che si parla ancora della eventuale "prescrizione" di un altrattanto eventuale reato sportivo commesso dall'Inter. Uno: a dire cià fu Palazzi, ovvero l'equivalente nel campo sportivo del PM che ha portato avanti le accuse contro Moggi. Perchè Palazzi ha SICURAMENTE RAGIONE, mentre il PM penale è una testa di cazzo? La coerenza è fuffa. Due: a proposito di prescrizione, mi pare che la stessa prescrizione abbia salvato Giraudo (che santo quest'uomo!) e Agricola da un nuovo processo circa il caso dping nella Juventus, o sbaglio? Il caso era più complesso li, perchè i due erano stati assolti, ma la Cassazione decise che quell'assoluzione era invalida, il processo si sarebbe dovuto ripetere, alla luce dei nuovi fatti emersi. La prescrizione salvò baracche e burattini. Allora, spiegatemi, è giusta o no questa cazzo di prescrizione?

    RispondiElimina
  15. Mamma mia! C'è ancora gente che non si rende conto di essere stata presa per il culo da anni e oggi ancora di più... La Juventus scagionata! Qui ci vuole la camicia di forza! Auguri a voi, che come dice giustamente Antonio vi siete improvvisati magistrati, giuristi e giudici e legulei e dopo più di 5 anni non avete ancora capito un cazzo! Siamo banali? Bene! In questa banalità mi trovo a mio agio dal momento che riesco a rendermi conto della realtà, a differenza di qualcuno che evidentemente vive
    perennemente in una fincion.

    RispondiElimina
  16. per tutti gli interisti ...5 febbraio 2013 12:47

    Questi sono i fatti emersi alla luce del dibattito e le relative sentenze:

    .....no link :D

    RispondiElimina
  17. per tutti gli interisti ...5 febbraio 2013 12:47

    Si vede che siete interisti analfabeti, ah ah ah ah ah ah!
    In quale dizionario trovate la parola "fincion", in quello personalizzato da Guido Rossi? O quello redatto dal mitico presidente Moratti Senior, quello che dava le "pillole nel caffè" ai giocatori e vinse 2 Coppe dei Campioni ? Ah, già, allora Zeman era troppo piccolo per protestare...!!
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  18. Juventinovero305 febbraio 2013 12:47

    E adesso, cari interisti prescritti, la juve, ritenuta estranea ai fatti, chiederà il conto dei danni economici subiti a seguito di una ingiusta retrocessione avvenuta per fatti non commessi, nonchè la restituzione degli scudetti ingiustamente assegnati all'inter che invece, secondo Palazzi, era ben piu' coivolta nelgi inciuci di quei tempi.

    RispondiElimina
  19. Noi tifosi nerazzurri sappiamo farcene una ragione di certe situazioni, quelli no: quelli sono coloro che espongono gli striscioni con su scritto "Il fine giustifica i mezzi".
    Noi grazie a Dio non siamo così, e credo proprio non lo saremo mai; questione di DNA.......caro amico in effetti gli interisti fanno gli striscioni dove si augurano un altro Heisel...questioni di dna..

    RispondiElimina
  20. ABBIAMO TOCCATO IL FONDO5 febbraio 2013 12:47



    Alla luce del dibattimento si stabilisce che:

    * Bergamo (condannato) e la Fazi (assolta) non favorivano la Juve, anzi pregavano il Cielo perché perdesse;
    * De Santis era l’arbitro amico di Moggi che faceva perdere la Juve (Inter-Juve 1-0, Palermo-Juve 1-0) o la faceva pareggiare (Juve-Parma 2-2) e si affiliava e poi si disaffiliava (tanto, visti i PM, l’italiano non è importante) a seconda del grado di telefonata trovata;
    * la Cupola era retta da Moggi, non da Fabiani (assolto, eppure era lui che teneva in pugno gli arbitri, tutti assolti), con Bergamo (il milanista che piange a casa quando il Milan perde, il milanista che impone un’attenzione particolare per chi sta dietro, cioè la squadra di Moratti e che da Moratti riceve regali su cui ancora non abbiamo risposta) e mancano arbitri e assistenti, quindi la Cupola era Moggi;
    * Facchetti e Moratti hanno commissionato una indagine illegale e Baldini manovra Auricchio al fine di preparare prove artefatte e artificiali da presentare in aula, aula dove l’accusa non regge al dibattimento: ma questo al collegio giudicante, che ha già tentato di sanzionare la Casoria, che aveva appoggiato ben 3 richieste di ricusazione, non interessa;
    * la Juve è estranea ai fatti, ma la Juve per quei fatti ha pagato e anche profumatamente;
    * Lotito è colpevole perché con Carraro ha manipolato partite, solo che gli arbitri sono stati assolti e Carraro pure, quindi Lotito è colpevole per aver manipolato partite, ma non vi è traccia dei complici o di chi, con lui, abbia provveduto ad attuare la manipolazione;
    * i sorteggi erano regolari, ma il campionato è irregolare lo stesso, sebbene poi le partite non presentino alterazioni visto che gli arbitri sono assolti e le partite non sono state arbitrate tutte da De Santis;
    * Meani è colpevole, ma Galliani è innocente: come dire che il boia è colpevole, ma chi gli dà l’ordine non rischia nulla;
    * Moggi è colpevole, mentre la Juve è innocente;
    * Facchetti è morto, quindi è innocente per definizione visto che non può difendersi e controreplicare alle prove contro la sua persona scoperte durante il dibattimento.

    RispondiElimina
  21. ABBIAMO TOCCATO IL FONDO5 febbraio 2013 12:47

    Aldilà che Moggi sia colpevole o meno (non si danno 5 anni in sede penale nemmeno a stupratori ed assassini!!) leggendo sopra come si fa a non rimanere scettici sulle condanne emesse dalla giustizia (ma ha ancora senso chiamarla così??) italiana??

    RispondiElimina
  22. treno vai in un'altra stazione a sparare le tue c......

    RispondiElimina
  23. questo è il massimo esponente del gruppo "mi sono perso il cervello...aiutatemi a trovarlo"

    RispondiElimina
  24. cervello ancora non pervenuto....

    RispondiElimina
  25. Sei un poveraccio, scusa eh, ma è proprio così...

    RispondiElimina
  26. Ora siamo sicuri..gli idioti esistono ;D

    RispondiElimina
  27. JUVENTINOVERO305 febbraio 2013 12:47

    POVERACCI SIETE VOI INTERISTI PERCHE' ANCORA NON AVETE CAPITO (MA PALAZZI EVIDENTEMENTE SI), CHE IL VOSTRO PRESIDENTE, DOPO AVER BUTTATO VIA MILIARDI DI LIRE IN GIOCATORI RIVELATISI POI DEI VERI "BIDONI" PER POTER VINCERE QUALCHE SCUDETTO NON POTEVA FAR ALTRO CHE DISTRUGGERE LA SQUADRA PIU' FORTE.
    MA E' INUTILE PARLARE CON VOI PIANGOLONI, PER VOI HANNO RAGIONE I GIORNALI CHE SPUTANO SENTENZE DI PARTE, MENTRE DOVRESTE TENER CONTO DI CIO' CHE DICE LA GIUSTIZIA PENALE (JUVE INNOCENTE) E SPORTIVA (INTER COLPEVOLE MA PRESCRITTA).
    QUESTO E' QUELLO CHE EMERGE DAI FATTI, E NON DALLE STUPIDAGGINI FAZIOSE DEI VOSTRI DISCORSI DA BAR.

    RispondiElimina
  28. Io non capisco scusate...estranea ai fatti?! CONDANNATA nel processo sportivo, CONDANNATO MOGGI nel processo penale (e non dimentichiamoci di Giraudo) e dite di essere estranei ai fatti? La responsabilità oggettiva c'è nell'ordinamento, vale e dunque non ha senso ogni vostra lamentela! Palazzi, continuo a ricordare, non è giudice, ma pm e dunque ogni sua affermazione sarebbe da provare e sostenere in giudizio....

    RispondiElimina
  29. JUVENTINOVERO305 febbraio 2013 12:47

    NO, UNO VE LO HANNO ASSEGNATO ED UNO LO AVETE VINTI GIOCANDO UN CAMPIONATO FALSATO, CON LA JUVE IN B E LE ALTRE SQUADRE DI A CON LE VARIE PENALIZZAZIONI. COMUNQUE, COME SEMPRE, LA VERITA' LA DICONO I FATTI, JUVE INNOCENTE (VEDI SENTENZA DI IERI) E INTER COLPERVOLE MA PRESCRITTA (VEDI DOSSIER DI PALAZZI).

    RispondiElimina
  30. Aspettate, se i giudici condannano Berlusconi sono bravi, se condannano Moggi fanno ridere? Non c'è un "aldilà che Moggi sia colpevole o meno", assolutamente assurdo dire ciò, Moggi è stato ritenuto colpevole, era un tesserato della Juventus, la resonsabilità oggettiva vale. Se poi si vogliono cambiare la legge ed i codici, fatti vostri.

    RispondiElimina
  31. In parte ti do ragione, chi parla dell'Haysel in quel modo merita lo stesso rispetto di chi sputa sulla giustizia italiana...non siete diversi, i coglioni sono tutti uguali, interisti, juventini o milanisti che siano. La differenza sta nell'atteggiamento, forse voi dimostrate spesso arroganza, noi non ne sono così certo :)

    RispondiElimina
  32. Si stava parlando di tifosi di calcio, non di "bestiume" che va allo stadio esponendo certi striscioni tipo quello che dici tu o facendo i coretti "Balotelli negro di merda" in parite di Europa League (scusa non mi ricordo quale); il fatto è che noi perdiamo e sappiamo accettarlo e farcene una ragione, voi no. E' inutile girarci intorno e tentare di negarlo: era così 40 anni fà ed è così anche adesso. Punto.

    RispondiElimina
  33. Niente non è......!!

    RispondiElimina
  34. ahahahahah che poveracci rincitrulliti ;D

    RispondiElimina
  35. Leggendo i vari editoriali ed i commenti di molti "gobbi", ci si rende conto di come non si voglia accettare la realtà. La j**e dovrebbe semplicemente scusarsi per il male, che ha fatto al calcio il suo direttore sportivo e per averlo permesso! Ma sono degli ipocriti, bugiardi e disonesti, circondati da servi ipocriti, plagiati e assolutamente asserviti!
    Non voglio direi che noi siamo santi con l'aureola, ma in questo caso specifico non siamo i responsabili di nulla e forse l'indignarsi ed il silenzio non pagano, ma le prove emerse hanno condotto i magistrati alla verità...per fortuna!
    Se i gobbi la pensano diversamente, no so cosa farci, il pazzo, se non sa di esserlo, è felice ed io voglio che restino felici nel loro piccolo mondo inventato..almeno così....per il momento....fanno male solo a se stessi...questa è già una grande vittoria!

    RispondiElimina
  36. Mamma mia! 'Sto "Abbiamo toccato il fondo" è un vero e proprio trattato di giurisprudenza in persona. La mia risposta è una sola: "Sonosempre5annie4mesi". Bye-Bye...

    RispondiElimina
  37. quando si parla di prescritti...e ricordo che su di noi ci sono pure ipotesi,,,leggetevi anche questo così ci ricordiamo tutti quale m.... è la j**e.... http://www.tgcom.mediaset.it/sport/articoli/articolo364149.shtml?mid=5264313

    RispondiElimina
  38. Ho dovuto affrettare il clic perchè ho dovuto rispondere a una telefonata in entrata e mi sono accorto solo dopo dell'errore di battitura. Libero di non crederci ovviamente. A te non capita mai? Perbacco! Peccato che l'analfabeta abbia scritto un libro che un editore
    ha approvato e pubblicato (A tutta Inter). Evidentemente non vi è rimasto altro a cui attarcavi se non a stronzate come questa.

    RispondiElimina
  39. Ciao a tutti. Finalmente hai scritto su Calciopoli Andrea (ha ha sto scherzando, lo sai) e lo hai fatto in maniera lucida, puntuale ed esaustiva. Come vedi però cercare di ragionare con certa gente è completamente inutile: per anni ci hanno sfasciato la minchia rimandandoci a questa sentenza, nonostante noi continuassimo a ribadire che il penale non c'entrava un cazzo con lo sportivo, e oggi sostengono che la Juve non c'entra niente. Se non è avere il cervello all'ammasso questo...ditemi voi.

    RispondiElimina
  40. ci devono dare anche lo scudetto 2005 E' NOSTRO!!!! LADRI!!!

    RispondiElimina
  41. Ma il "30" nel nick spero non siano gli anni...perchè "amico mio" sei "al tuebo del gas" :D

    RispondiElimina
  42. Eheheh, sono uno di parola Alex, l'avevo detto che alla sentenza qualcosa avrei detto (e chi lo sa, magari scritto) :) Comunque secondo me in questi commenti si vede uno spaccato dell'attuale italiano: fazioso in tutto nella vita, costantemente testo verso qualcosa che non esiste e continuamente critico ove non gli fa comodo, ma accomodante e quasi "servile" negli altri casi. I fatti sono questi, purtroppo per loro. Fino all'altra sera potevano sempre attaccarsi alla ancora non presente sentenza, ora c'è un verdetto, che anche se di prima grado vale eccome...

    RispondiElimina
  43. No, sono gli scudetti VERI della Juventus. Nel dubbio ne hanno aggiunto uno :)

    RispondiElimina
  44. E' così tanto difficile rispondere sensatamente ad un post invece di offendere o dare risposte insensate così come ne ho lette qui sopra?
    Oppure dobbiamo continuare a vita a fare i tifosi e ad avere le bende agli occhi?
    Moggi è stato giudicato colpevole, ok va bene, ma le contraddizioni di questa sentenza sono reali o me le sono inventate io?
    Allora in base a quanto sentenziato si evincono le seguenti situazioni:
    ASSOLUZIONI:
    C) Siena-Juve (arbitro Bertini) – contatti su schede svizzere
    D) Juve-Chievo (Pieri) – contatti su schede svizzere
    E) Lecce-Juve (De Santis) – regalie di magliette
    N) Roma-Parma (Racalbuto) – ammonizioni mirate a Pisanu e Contini
    P) Messina-Parma – Moggi che aiutava Fabiani
    R) Siena-Messina (Bertini) – contatti su schede svizzere
    T) Palermo-Lecce – ammonizioni Pinardi e Rullo per favorire il Messina
    A10) Lecce-Parma – salvataggio Fiorentina

    CONDANNE:
    A) Associazione a delinquere (generica)
    B) Udinese-Brescia (Dattilo) – ammonizioni Pinzi-Muntari-Di Michele ed espulsione Jankulovski
    F) Juve-Lazio – influenza su sorteggio
    G) Fiorentina-Bologna – influenza su sorteggio ammonizioni mirate Petruzzi e Nastase
    I) Fiorentina-Bologna – quanto detto sopra, riflesso sulla successiva Bologna-Juve
    M) Juve-Milan (Bertini) – contatti su schede svizzere
    O) Cagliari-Juve (Racalbuto) – nessuna telefonata particolare (Auricchio dice di aver tenuto conto dello sfogo di Cellino)
    Q) Juve-Udinese (Rodomonti) – influenza sulle griglie, ma l’arbitro è stato assolto…
    Z) Roma-Juve (Racalbuto)
    A5) Chievo-Fiorentina – salvataggio Fiorentina…

    Come potete facilmente notare, emerge chiaramente per identici capi di imputazioni ci sono sia assoluzioni, che condanne. E’ il caso, ad esempio, dei contatti su schede straniere con Bertini, per i quali c’è condanna su Juve-Milan, ma assoluzione per Siena-Juve. Singolare (per voler essere buoni) la condanna per Cagliari-Juve, per il cui match non viene tenuto conto di nessuna telefonata ma dell’intervista-sfogo di Cellino. Stendiamo un velo pietoso su Juve-Udinese, dove Racalbuto viene assolto ma Moggi condannato, e su Udinese-Brescia per le ammonizioni mirate dei non diffidati Pinzi-Muntari-Di Michele e per l’espulsione di Jankulovski che dà un cazzotto ad un bresciano sotto gli occhi del guardialinee (e non dell’arbitro).

    Se qualcuno è così bravo da dare una spiegazione a queste contraddizioni ok parliamone, altrimenti pace, non servono offese o battute fini a se stesse fatte solamente in nome della bandiera per cui si tifa.

    RispondiElimina
  45. LA GIUSTIZIA PENALE NON PUO' MANDARE NESSUNO IN SERIE B!!!! SOLO LA GIUSTIZIA SPORTIVA LO PUO' FARE E L'HA FATTO! Allora, cerca di dire le cose come stanno per favore, non criticare noi quando tu sei il primo a razzolare male! E comunque, chi finora ha sparato sentenza sui giornali, è stato TUTTOSPORT, il VOSTRO giornale.

    RispondiElimina